Il Decreto Ruote n°20 ha spalancato le porte alla scelta e installazione di ruote diverse da quelle montate dalla casa produttrice. Oggi si parla di ruote omologate ECE o NAD, ma cosa significa?

A seguito del Decreto la voglia di personalizzazione, sia estetica che a livello di performance su strada, ha spinto sempre più automobilisti alla ricerca della ruota perfetta per la propria vettura. La mancata necessità di nulla osta dalla casa produttrice, inoltre, ha reso la procedura semplice e piacevole, incoraggiando anche i più indecisi. A regolamentare la tipologia di ruote installabili sulle diverse vetture sono intervenuti due standard di omologazione: quello europeo (UN/ECE) e quello italiano (NAD).

Cosa cambia? Riepiloghiamo le caratteristiche dei due sistemi:

Omologazione UN/ECE

Le ruote omologate ECE si distinguono per la sigla impressa sul cerchione, visibile anche a pneumatico installato. La loro caratteristica principale è quella di mantenere le dimensioni previste dai costruttori per le ruote originali equivalenti, e quindi di non richiedere ulteriore documentazione al seguito.

Omologazione NAD

L’omologazione italiana introdotta dal Decreto rappresenta la sua novità più entusiasmante: provviste di sigla impressa o di adesivo anticontraffazione, le ruote omologate NAD possono essere installate anche scegliendo dimensioni molto diverse da quelle previste dalla casa produttrice delle ruote originali. Grazie a questa apertura è possibile scegliere ruote maggiorate (inch up) o di dimensioni minori (inch down), esplorando un ventaglio di personalizzazioni sempre più ampio.

I cerchi NAD sono accompagnati dall’ambito di impiego e dal Certificato di Conformità COC, che attesta l’idoneità del prodotto. Sia che la scelta ricada su cerchioni ECE o NAD, la modifica delle ruote deve essere accompagnata dal cosiddetto Allegato E, ovvero la Dichiarazione di Corretta Installazione obbligatoriamente rilasciata dal gommista che ha eseguito l’operazione.

Nel caso di cerchi omologati NAD con misure di gomme differenti rispetto a quanto riportato sulla carta di circolazione della vettura è necessario adempiere un ulteriore obbligo: l’aggiornamento in Motorizzazione. Non essendo più necessario il nulla osta da parte della casa produttrice, per richiedere la modifica è sufficiente presentare in motorizzazione l’apposita documentazione (certificato di conformità COC e Allegato E, rilasciato da un gommista con sede nella stessa provincia della Motorizzazione). Le misure di gomme consentite e quindi omologabili sul libretto di circolazione sono quelle previste dall’ambito di impiego (chiamato anche “fitment list”) del cerchio NAD.

Ovviamente la questione non si pone nel caso dei cerchi omologati ECE, considerato che la sigla non copre ruote di dimensioni diverse da quelle originariamente previste dalla carta di circolazione.

Grazie alle novità introdotte dal Decreto Ruote, oggi cambiare cerchi e pneumatici alla propria auto è ancora più semplice. Nel realizzare le tue trasformazioni di performance e stile non dimenticare di scegliere sempre prodotti omologati ECE o NAD: montare componenti fuori norma significa violare una norma nazionale a tutela della sicurezza su strada, e le sanzioni previste vanno dal sequestro delle ruote non omologate e diverse sanzioni amministrative.

Su Cerchigomme.it puoi esplorare una vasta scelta di cerchi omologati ECE e NAD: scopri quelli più adatti alla tua auto e contattaci se desideri maggiori informazioni.