Obbligatoria su tutti i modelli e misure prodotti da novembre 2012: è l’etichetta europea per gli pneumatici.

Più informazioni in un’unica etichetta, per un acquisto consapevole: gli pneumatici prodotti da luglio 2012 dovranno adeguarsi al “grading”, la nuova classificazione introdotta dal Regolamento 1222/2009 del Parlamento Europeo. Per facilitare i consumatori, l’etichetta sarà simili a quella già in uso per gli elettrodomestici, da A (prestazioni più elevate) a G (prestazioni più scarse).

Le vecchie gomme, senza etichetta, saranno fuori legge a partire dal novembre 2014. Saranno soprattutto 3 le caratteristiche degli pneumatici messe in risalto dalle nuove etichette europee : la resistenza al rotolamento, la capacità di frenata sul bagnato e la rumorosità.

etichetta europea per gli pneumatici1 – Meno resistenza. L’obiettivo numero uno dell’Europa è incentivare l’efficienza energetica e quindi la riduzione delle emissioni inquinanti nell’atmosfera. Parlando di pneumatici, questo significa ridurre la resistenza al rotolamento, che in media è responsabile di un quarto dei consumi. Tra le due classi estreme dei prodotti (la A e la G) la differenza è notevole: anche mezzo litro in meno per 100 chilometri, che può diventare un risparmio di oltre 130 euro l’anno per chi ne percorre 15.000 con vettura a benzina.

2 – Frenata sicura. La scala delle prestazioni sarà da A a G: la differenza tra i prodotti migliori e quelli meno performanti sarà di circa 10 metri in termini di spazio richiesto per la frenata, non poco dal punto di vista della sicurezza in strada.

3 – Meno rumore. Anche questo aspetto riguarda la salute dei consumatori e sarà classificato con una scala di tre valori. Esiste già un regolamento europeo con i limiti di rumorosità in base alla sezione dello pneumatico e alla classe del veicolo (soglie che vengono maggiorate di un decibel in caso di gomme invernali, rinforzate o di combinazioni; di due decibel in caso di usi speciali). Ecco l’elenco delle soglie in decibel a seconda delle categorie e della taglia dello pneumatico.

Modelli esclusi. Le nuove etichette obbligatorie riguardano tre categorie di veicoli: autovetture (C1) veicoli commerciali leggeri (C2) e pesanti (C3). Attualmente, invece, sono state escluse varie categorie di pneumatici: ricostruiti, professionali per fuoristrada, progettati prima dell’1 ottobre 1990, ruote di scorta temporanee, inferiori a 80 chilometri orari e altri tipi di prodotti (quelli con diametro non oltre 25,4 centimetri o almeno 63,5 centimetri, quelli chiodati o per veicoli da competizione).

Su Cerchigomme.it sono disponibili tra più di 30.000 articoli di modelli di pneumatici differenti. Per ogni modello e per ogni misura è riportata l’etichetta europea per gli pneumatici. Chi effettua l’acquisto potrà quindi consultare le caratteristiche e le prestazioni offerte da ogni singolo modello disponibile. Acquista in tutta sicurezza, acquista i tuoi nuovi pneumatici su Cerchigomme.it