Saranno obbligatorie le gomme termiche? O sarà necessario tenere ancora le catene in macchina? La questione sta tormentando gli automobilisti, soprattutto quelli che non sono avvezzi al cambio degli pneumatici stagionali.
Da parte delle istituzioni si è cercata una soluzione che stabilisse una norma di legge per tutte le gomme invernali, in modo da ridurre i rischi degli automobilisti sulla strada e infondere un senso di responsabilità sulle strade piene di neve e scivolose.

A tal proposito il decreto-legge n. 179 – recante ulteriori misure urgenti per la crescita del Paese, meglio noto come “Decreto Sviluppo bis” – è stato rimpiazzato con un maxiemendamento (il 1800) che è stato approvato dopo mesi di discussioni. Al comma 11 dell’articolo 8 si legge «prescrivere al di fuori dei centri abitati, in previsione di manifestazioni atmosferiche nevose di rilevante intensità, l’utilizzo esclusivo di pneumatici invernali, qualora non sia possibile garantire adeguate condizioni di sicurezza per la circolazione stradale e per l’incolumità delle persone mediante il ricorso a soluzioni alternative».

Questo però non indica il divieto assoluto delle catene da neve, che anzi devono essere portate nel bagagliaio della propria vettura. L’uso, quindi, resta equiparato. In un chiarimento viene spiegato che la norma apporta delle migliorie nel campo della circolazione stradale e che a decidere dell’utilizzo di una o dell’altro strumento, è chiamato l’ente proprietario di una strada, come ad esempio, la Regione, la Provincia o l’Anas. Inoltre, qualora questa prescrizione non avvenga, la responsabilità dei danni viene addebitata al all’ente inadempiente.