Ogni anno, in Italia, quasi 500.000 tonnellate di pneumatici smette di circolare in strada: una quantità enorme, che bisogna in qualche modo smaltire.
Una legge del 2011 impone l’obbligo, per i produttori e importatori di pneumatici, di organizzare, su tutto il territorio nazionale, la raccolta, il trattamento e il recupero di questi materiali, ed eroga contributi a favore dei gommisti per la  raccolta gratuita degli pneumatici fuori uso.
L’obiettivo è certamente quello di evitare che le gomme esauste vengano gettate abusivamente, inquinando l’ambiente e l’aria, poichè rischiano di bruciare liberando sostanze altamente nocive, ma soprattutto quello di recuperare i vecchi pneumatici per utilizzarli di nuovo.
Diverse possono essere, infatti le seconde vite delle gomme. La prima strada è quella della ricostruzione: opportunamente trattati, possono continuare a circolare in strada.
Le gomme che invece non possono più essere rimesse a nuovo diventano rifiuti e vengono riciclate per produrre nuovi materiali o energia.
Nel primo caso le vecchie gomme vengono ridotte in granuli che contribuiscono alla produzione di bitume e asfalti per le strade. Lo stesso granulato si impiega inoltre per realizzare campi di calcio in erba artificiale, pannelli di isolamento acustico, dighe, ponti e materiali di arredo urbano, come mattonelle morbide per i parchi gioco.
Dal riciclo, poi, si ottiene anche una polvere di gomma che entra nel circolo produttivo di  adesivi e vernici.
Gli pneumatici esausti possono diventare anche una fonte di energia: le gomme hanno un potere calorifico pari a quello del carbone, e possono sostituirlo come fonte di energia nei cementifici o come materia prima nelle centrali che producono vapore ed energia elettrica.
Tra le molte seconde vite delle gomme, poi, c’è quella artistica: possono essere infatti lavorate per diventare oggetti artistici (come fa lo scultore coreano Yong Ho Ji, qui una foto gallery delle sue opere) o di arredamento. Le gomme (e i cerchi) sono un’ottima base per creare tavoli, pouf e sgabelli originali, eco-compatibili e molto resistenti.
Quindi, quando sostituisci i tuoi pneumatici, non buttarli via: consegnali ad un gommista o ad un centro di raccolta, che provvederà a smaltirli correttamente. Poi, per acquistare il nuovo treno di gomme, fai un giro su Cerchigomme.it: puoi scegliere tra un vasto assortimento di pneumatici e cerchi delle migliori marche a prezzi competitivi!