Negli ultimi 10 anni gli italiani hanno montato sulle proprie automobili pneumatici con prestazioni sempre migliori e più alti codici di velocità. Federpneus, l’associazione nazionale dei rivenditori specialisti, sottolinea questa tendenza mettendo a confronto i dati di vendita delle gomme nel decennio scorso con gli ultimi disponibili:

“La quota di quelle con codici S e T, quindi omologate per velocità massime fino a 180 e 190 km all'ora, è scesa di oltre 20 punti percentuali, passando dal 67% del 2000 al 46,2% del 2009. Aumentano invece le quote dei pneumatici con codici di velocità più elevati: per il codice H (fino a 210 km all'ora) si passa dal 19,6% al 24,5%, per il codice V (fino a 240 km all'ora) si passa dal 9,3% al 16,5%. E per i codici ancora più elevati si passa dal 4,1% al 12,8%”.

Secondo Federpneus, la maggiore incidenza delle gomme con codici più elevati è dovuta all'evoluzione dell'offerta di automobili, nonostante dalla metà del decennio sia in atto una tendenza al downsizing, la riduzione di potenza e velocità delle vetture immatricolate. Negli ultimi anni anche in Italia, sottolineano i rivenditori, si è registrato un calo degli incidenti, dovuto non solo alle nuove norme (la patente a punti introdotta nel 2003, il tutor nel 2004) ma anche all’innovazione tecnologica delle auto e degli pneumatici.


Ovviamente la tecnologia da sola non basta: resta fondamentale l’impegno dell’automobilista per la manutenzione dell’auto e degli pneumatici! Chi ha bisogno di consigli per viaggiare in sicurezza può consultare il sito Pneumatici sotto controllo realizzato in collaborazione con Assogomma e Federpneus.

Per trovare pneumatici di qualità visitate la sezione gomme del megastore online di CerchiGomme, dove il “car configurator” vi aiuterà a trovare la marca, il diametro ed i codici di velocità perfetti!

jfdghjhthit45