A partire da oggi e nelle prossime settimane il blog di Cerchi Gomme ad opera dei suoi valorosi collaboratori pubblicherà dei preziosi consigli e informazioni sull'uso dei pneumatici per cercare di sensibilizzare gli automobilisti sulle caratteristiche dello straordinario strumento che li collega col suolo.

Le quattro superfici d'appoggio, ognuna grande come una cartolina postale, sono l'unico contatto tra il veicolo e la strada e fissano insieme alla carreggiata i limiti fisici. Gli ultimi dispositivi di sicurezza sono un grande aiuto ma non possono abolire le leggi sulla natura. Quest'oggi ci preoccuperemo di dare una veloce spiegazione sui compiti del pneumatico e sulle iscrizioni presenti sullo stesso, come quella sulla velocità raggiungibile dagli stessi. Cosa dite, non sapevate che le vostre gomme hanno un limite di velocità raggiungibile? Ebbene si, non potete gareggiarci in pista se non avete la codifica giusta.

Esse devono assicurare la forza necessaria in tutte le condizioni stradali e corrispondere a qualsiasi situazione sia topografica, climatica e dinamica. Ciò significa che un pneumatico moderno è sottoposto a molteplici carichi. Deve avere una lunga durata, ammortizzare e molleggiare, avere delle buone prestazioni allo scorrimento ed anche delle buone caratteristiche di marcia in rettilineo. Le sollecitazioni sono sia laterali che circonferenziali e il pneumatico deve affrontare forze altissime sia in fase di accellerazione che di frenata e ancor più in curva, questo ovviamente incrociato con le condizioni climatiche di asciutto, pioggia oppure neve.

Ogni auto possiede codifiche precise sulle dimensioni dei pneumatici consentiti dalla ditta  costruttrice che sono indicate sia sul manuale tecnico di funzionamento che sul libretto di circolazione, la cosa più importante è la dimensione dello stesso che compare insieme alla codifica della velocità massima consentita e all'indice di capacità di carico, informazioni che sul pneumatico compaiono sul bordo dell stesso subito sotto al battistrada. Qui di seguito un elenco dei codici sulla velocità massima autorizzata:

indice (lettera)

P: fino a 150 km\h

Q: fino a 160 km\h

R: fino a 170 km\h

S: fino a 180 km\h

T: fino a 190 km\h

H: fino a 210 km\h

V: fino a 240 km\h

W: fino a 270 km\h

Y: fino a 300 km\h

ZR: oltre 240 km\h.

Nei pneumatici estivi l'indice di velocità deve corrispondere sempre al minimo della velocità massima senza tenere conto della velocità di guida attuale della vettura. I pneumatici con la designazione complementare M + S cioè pneumatici invernali può essere montato anche quando il loro indice di velocità è inferiore alla velocità massima del veicolo. Anche se i recenti fatti di cronaca hanno riguardato l'ipotesi di rendere obbligatorie le gomme invernali sulle auto nella provincia di Milano, ad oggi non esiste ancora una legislazione riguardante tale obbligo ma è fuor di dubbio che rispettare la stagionalità delle gomme ne decuplica l'efficacia sul suolo stradale.

jfdghjhthit45