Acquazzoni intensi, strade allagate. L’inizio della stagione critica per gli automobilisti si è già annunciato in diverse regioni, anche drammaticamente.
E ha ricordato a molti l’appuntamento da non rimandare con i pneumatici invernali. Specie per non trovarsi a fare i conti all’ultimo momento con queste gomme, adatte anche all’inevitabile arrivo di ghiaccio e neve ma molto utili anche per rimanere incollati alla strada in condizione di pioggie intense.

Più sicurezza
Oggi vengono scelti non solo da chi è abituato a guidare nelle zone di montagna, ma anche da chi vive nel resto della Penisola dove oramai sempre più di frequente imperversano temporali e acquazzoni, anche nelle regioni del Sud.
Del resto dotarsi di gomme adeguate per affrontare basse temperature, fondi scivolosi e innevati, costituisce un elemento indispensabile per la sicurezza, perché consente maggiore aderenza e quindi maggior controllo del veicolo, ma anche di ridurre gli spazi di frenata rispetto a un mezzo dotato di pneumatici estivi, specie su fondo bagnato.

Il test del Salvagente
Il settimanale il Salvagente nel numero in edicola questa settimana, e in vendita anche on line in Pdf a 1 euro, propone una panoramica di questo mercato sempre più ricco, prendendo in esame i risultati del test più autorevole svolto da un istituto indipendente europeo, l’Adac, l’Automobile club tedesco, che ha messo alla frusta ben 28 modelli (quelli scelti dal settimanale dei consumatori, i più venduti nel mercato italiano, sono 24) di due misure molto diffuse, 185/65 R15T e 225/45 R17H, testandone le performance sotto ogni punto di vista: dal consumo alla durata, dalla stabilità alla frenata, e in ogni condizione di manto stradale: asciutto, bagnato, neve e fondo ghiacciato.

Migliori e peggiori
Il risultato forse più sorprendente della prima categoria, è che nessuno dei pneumatici testati ha ottenuto il giudizio ottimo. Per la taglia più piccola infatti (185/65 R15T, fino a 190 km/h, adatta per vetture come Alfa Romeo 147, Audi A3, Citroën C3, Fiat Punto) solo due modelli hanno sfiorato l’eccellenza, pur fermandosi a una valutazione buona.
In compenso non sono mancati i bocciati, uno su tutti il pneumatico di produzione cinese Star Performer Winter ritenuto scarso dai tecnici tedeschi dopo aver mostrato prestazioni insufficienti tanto su fondo asciutto che sul bagnato. È da segnalare che i pneumatici venduti dalle case come adatti sia per l’estate che per l’inverno non hanno convinto pienamente.

Pneumatici per le utilitarie
Neppure nella alla misura superiore (225/45 R17 H, in grado di sostenere velocità di punta fino a 210 km/h), dedicata a vetture come Audi A6, Bmw Z4, Opel Astra, Toyota Auris, sono arrivate eccellenze, seppure tre prodotti si sono piazzati in cima alla classifica con una sfilza di giudizi lusinghieri. Maglia nera per Interstate Winter IWT-2 e Westlake SW601 Snowmaster: questi pneumatici insieme allo Star Performer Winter dimostrano limiti evidenti. I tecnici dell’Adac hanno rilevato che su fondo bagnato una vettura equipaggiata con uno dei tre modelli in questione alla velocità di 100 km/h, in caso di frenata improvvisa, si ferma tra i 18 e i 22 metri più avanti di un veicolo equipaggiato con uno dei pneumatici migliori del test. Una differenza non da poco, che in alcuni casi può significare incidente assicurato.

Per tutte le tasche
Oltre alle caratteristiche tecniche, fra gli elementi da tenere a mente prima di comprare dei nuovi pneumatici rientra senza dubbio il costo. Ed è il motivo per cui in questo test sono stati presi in esame prodotti con fasce di prezzo per tutte le tasche. Si parte da circa 48 euro a gomma per la misura più piccola, ma si arriva anche a 100 euro. E le differenze sono ancora più marcate per i pneumatici delle misure più grandi: dai 70 euro di partenza ai 224 euro della gomma più cara. Alla fine dei conti, la differenza tra un modello e l’altro per un cambio di un treno di pneumatici può superare i 600 euro. E non è detto che la qualità delle gomme più care valga tanta disparità di spesa.

Le tabelle
In queste tabelle anticipiamo i risultati del test sui pneumatici della taglia 185/65 R15T, (adatti a una velocità massima di 190 km/h, e a vetture come Alfa Romeo 147, Audi A3, Citroën C3, Fiat Punto), pubblicato nel prossimo numero del settimanale il Salvagente.
I risultati integrali delle prove (che comprendono anche la valutazione del comportamento delle gomme su neve, ghiaccio, il loro consumo e il giudizio finale) e il test sugli 11 pneumatici di taglia più grande, sono riportati sul numero del Salvagente.

MISURA 185/65 R 15 T (fino a 190 km/h)
Dunlop SP Winter Sport 3D MO
Prezzo indicativo euro 56-85
Asciutto Buono
Bagnato Buono
Durata Buono

Goodyear UltraGrip 7+
Prezzo indicativo 59-82
Asciutto Buono
Bagnato Buono
Durata Buono

Continental ContiWinterContact TS380
Prezzo indicativo 60-83
Asciutto Medio
Bagnato Buono
Durata Ottimo

Fulda Kristall Montero 3
Prezzo indicativo 50-76
Asciutto Buono
Bagnato Medio
Durata Buono

Kleber Krisalp HP2
Prezzo indicativo 49-72
Asciutto Buono
Bagnato Medio
Durata Ottimo

Goodyear Vector 4Seasons
Prezzo indicativo 73-103
Asciutto Buono
Bagnato Medio
Durata Ottimo

Firestone Winterhawk 2 Evo
Prezzo indicativo 53-77
Asciutto Buono
Bagnato Medio
Durata Buono

Vredestein Snowtrac 3
Prezzo indicativo 55-86
Asciutto Medio
Bagnato Medio
Durata Buono

Maloya Davos
Prezzo indicativo 51-67
Asciutto Medio
Bagnato Medio
Durata Buono

Kumho l’Zen KW23
Prezzo indicativo 52-85
Asciutto Buono
Bagnato Medio
Durata Medio

Yokohama W.drive V903
Prezzo indicativo 52-79
Asciutto Buono
Bagnato Medio
Durata Buono

Vredestein Quatrac 3
Prezzo indicativo 61-95
Asciutto Buono
Bagnato Medio
Durata Buono

Star Performer Winter
Prezzo indicativo 48-57
Asciutto Mediocre
Bagnato Mediocre
Durata Ottimo

FONTE: http://www.ilsalvagente.it

jfdghjhthit45